da Padre Giangi – lettera del 19 gennaio 2010

Carissimi,
vi spero sempre bene come lo è pure per me qui in Albania dopo le esondazioni che ci sono state nei giorni scorsi a 4 km dalla parrocchia. Le circa 5.000 persone sfollate stanno rientrando pian piano nelle loro case, man mano che l’acqua si ritira.

Vi invio la foto sullo stato dei lavori, la scorsa settimana, alla scuola media di Vohimalaza, finanziata dall’associazione. L’impresario mi scrive che pensa di terminarla entro la fine del prossimo mese di febbraio, piogge e cicloni permettendo. Il progetto della mensa scolastica per i 215 alunni della scuola elementare di Manarinony è iniziato la scorsa settimana e si protrarrà fino agli inizi del mese di marzo.

Haja e Renè hanno avuto il visto, per poter venire in Italia dall’11 febbraio al 3 marzo, dall’ambasciata francese in Madagascar. Non speravano quasi più d’ottenerlo, ma alla fine la loro tenacia e tutta la documentazione ben preparata ha portato a buon fine l’ottenimento del visto. Mettiamo a buon frutto questa loro visita per crescere nella vita, nelle relazioni fra le due associazioni e come comunità umana. In allegato troverete il programma che, con l’aiuto di tutti, abbiamo concordato per la loro visita.

Mariella e Domenico con altri amici di Latina, hanno passato tre giorni a Milano con Domenico e Cinzia Albanese, prima di partire il 3 febbraio per la loro nuova destinazione in Australia. Li ringraziamo per il prezioso apporto all’associazione ed il sostegno scolastico di un universitario. Dall’Austalia continueranno a seguirci e auguriamo ogni bene per la loro nuova esperienza di vita. […]

Grazie di cuore e buona settimana con affetto.

Giangi