Notizie dal Madagascar, 18 agosto 2017

Il presidente dell’associazione Rainay, che gestisce una delle due case famiglia di Fianarantsoa, ci ha scritto per comunicarci i risultati dell’anno scolastico.  Gli ospiti della casa a fine anno erano 49 perchè 6 ragazzi si sono ritirati nel corso dell’anno scolastico.
Dei rimanenti 49, 7 non sono stati promossi e secondo la regola stabilita e condivisa, non saranno  riammessi il prossimo anno.
Questo dato è comunque abbastanza confortante rispetto alla media dei risultati scolastici in Madagascar che vedono ammessi alla classe successiva solo la metà degli alunni.

In particolare i risultati  dell’esame di terza media, il  BEPS, a livello nazionale, quest’anno vedono promosso alla scuola superiore  il 33,8% dei ragazzi. Questo numero dimostra la regressione del livello scolastico di tutti gli alunni del Madagascar, anche se gli esiti sono  molto diversificati sul territorio. Il  miglior risultato, con l’85,4% di promossi, si è rilevato a è Tsihombe, che è l’ultima cittadina nel profondo sud del Madagascar dove sono presenti parecchie scuole gestite da missionari e suore . Il risultato peggiore si è avuto nel distretto di Benenitra (Tulear) dove la percentuale è del 4,7%: su 106 candidati solo 5 sono stati promossi.

Dei 7 ragazzi della nostra casa che hanno frequentato la terza media, 5 hanno superato la prova: un risultato  positivo, anche se il nostro obiettivo è di raggiungere il 100% dei promossi.

Ci è stata anche rappresentata la situazione generale della casa. La siccità prolungata ha comportato mancanza di acqua e corrente elettrica. Il prezzo del riso, che ricordiamo è l’alimento base di ogni pasto, è salito in modo esorbitante.

Tutto questo conferma la necessità di proseguire a sostenere, con maggiore impegno, i ragazzi delle nostre case famiglia.